Dire: i titoli e il tg politico

(DIRE-SIR) – I titoli e il tg politico della Dire. Anche su www.dire.it e www.agensir.it.

Autonomia in Cdm, De Magistris: secessione dei ricchi

Primo atto per arrivare a maggiori spazi di autonomia per Emilia Romagna, Lombardia e Veneto. I governatori della Lega esultano e rilanciano su costi standard e compartecipazione alle imposte, ma dal sud si leva la voce del sindaco di Napoli che vede l’unità
nazionale a rischio. Luigi De Magistris parla di una secessione per i ricchi realizzata dal governo e nel corso di una iniziativa a piazza Montecitorio lancia l’allarme: “Aumenteranno disuguaglianze e discriminazioni”, attacca.

Deputato evoca le manette, bagarre a Montecitorio

Dura contestazione al presidente della Camera Roberto Fico dopo che un deputato del M5s, Giuseppe D’Ambrosio, ha evocato le manette in aula. Il Pd chiede l’espulsione del pentastellato ma Fico rinvia l’argomento al collegio dei questori. I Democratici decidono allora di abbandonare i lavori sul referendum popolare. Fico li accompagna con un saluto che inasprisce la contestazione, e volano fascicoli all’indirizzo della presidenza. Alla ripresa della seduta, il titolare di Montecitorio chiede scusa: “Mi sono lasciato andare”.

Contro la fame nel mondo, aiuti alle donne custodi della terra

Nel discorso ai governatori della Fao, Papa Francesco evoca il concetto della “sovranità alimentare”. “Lo sviluppo locale ha valore in sé”, dice il Pontefice per il quale ogni persona e ogni comunità devono poter utilizzare le proprie capacità in modo pieno. Un concetto ripreso dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, per il quale un particolare sostegno va dato alle donne africane “da sempre fulcro delle economie rurali, custodi della terra e prime preposte alla cura delle nuove generazioni”.

Crisi agricola, Centinaio annuncia due decreti

Due decreti per rispondere alla crisi agricola. Li annuncia il ministro Gianmarco Centinaio incontrando a Roma i gilet arancioni. I manifestanti provenienti in gran parte dalla Puglia, la regione più colpita, ma anche da Calabria, Lazio, Abruzzo, Sicilia, Campania e Toscana, denunciano una situazione ad alto rischio. “È una bomba sociale che riguarda tutto il Sud, senza interventi rapidi del governo dovremo chiudere tutto”, dicono i gilet arancioni che invocano misure urgenti per contrastare gelate e xylella.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia