Diocesi: Melfi, il vescovo mons. Fanelli incontra i giovani e li invita a cena “a casa sua”

“Ci sto!” è lo slogan di una serata in programma domani dalle 19 nel Salone degli Stemmi del Palazzo vescovile di Melfi (Pz). L’appuntamento è promosso dall’Azione Cattolica diocesana di Melfi-Rapolla-Venosa e avrà come protagonisti il vescovo, mons. Ciro Fanelli, e circa cento giovani della diocesi, dai quindici ai trent’anni. “L’idea nasce da un desiderio del nostro vescovo di intrecciare un rapporto diretto con i ragazzi della diocesi, con cui ha avuto modo di dialogare in una precedente occasione nell’ottobre scorso, in concomitanza con il Sinodo dei giovani – racconta al Sir Nunzia Lamorte, vicepresidente diocesana per il Settore Giovani di Ac –. Il suo obiettivo è trasmettere ai ragazzi il messaggio che il vescovo vuole essere loro vicino, come guida e compagno di viaggio, come qualcuno di cui possono fidarsi”. Dopo un momento di accoglienza con canti e videoproiezioni, ai ragazzi sarà proposta un’attività su dubbi e certezze della vita, su cui interagiranno con mons. Fanelli. L’incontro si concluderà con una cena insieme nell’appartamento del vescovo. “È stato lui a invitarci a casa sua, per sottolineare ancor di più il clima di accoglienza e condivisione che vuole instaurare con i giovani” aggiunge Lamorte: “Puntiamo a ripetere l’esperienza nei prossimi mesi e durante il prossimo anno pastorale, su nuovi temi legati al dono della vita e della fede”.

 

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia