Catechisti: Sardegna, un’indagine ne rivela il profilo. “Donne, tra 36 e 55 anni e non lavoratori”

Un’età compresa tra 36 e 55 anni, il 92% è donna e quasi il 60% è in condizione non professionale. È il profilo dominante dei catechisti sardi individuato da una ricerca, commissionata dalla Conferenza episcopale sarda, su “Attori strutture e culture della catechesi nelle diocesi della Sardegna”. Due le note rilevanti: 115 catechisti sono divorziati; oltre 400 “maestri” non partecipano ad alcuna occasione di formazione cristiana regolare. Vescovi, parroci e catechisti da tempo sentono l’esigenza di rinnovare metodologie di comunicazione del “primo annuncio”. Il sistema scolastico non basta più, anche il coinvolgimento dei genitori come catechisti a domicilio non sempre funziona, il ricorso ad audiovisivi e l’introduzione di strumenti informatici non assicurano la fidelizzazione e non distolgono dalla “fuga” del dopo cresima che caratterizza l’ultimo anno di catechismo parrocchiale. Dalle risposte di 1923 catechisti e 207 parroci, il sociologo Luca Diotallevi ha ricostruito alcuni tratti del profilo sociale dei catechisti sardi ed evidenziato le diverse idee di catechesi, a volte divergenti, circolanti tra gli intervistati. Il 49% dei “maestri” di catechismo sardi ha un’età compresa tra 36 e 55 anni in controtendenza rispetto alla adolescentizzazione del ruolo catechistico osservata negli ultimi decenni in altre regioni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia