Ue: sede Ema, Moavero (min. Esteri) conferma che l’Italia “ha presentato un ricorso alla Corte di Giustizia” contro l’assegnazione ad Amsterdam

Il ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Enzo Moavero Milanesi conferma che il Governo, tramite l’Avvocatura dello Stato, ha presentato un ricorso alla Corte di Giustizia dell’Unione europea contro il Regolamento Ue 2018/1718 che stabilisce la nuova sede dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema) nella città di Amsterdam. Lo si apprende da una nota diffusa dalla Farnesina.
“L’impugnazione del Regolamento Ue – spiega la nota – si ricollega, in logica sequenza, al ricorso presentato un anno fa dal Governo – e tuttora pendente davanti alla Corte di Giustizia Ue – nei confronti della decisione del Consiglio Ue di assegnare ad Amsterdam la nuova sede dell’Ema, quando l’organismo europeo lascerà Londra a seguito della cosiddetta Brexit”.
“Il nuovo ricorso conferma la determinazione italiana a far debitamente verificare, a livello giurisdizionale, la legittimità delle procedure seguite per stabilire la nuova sede dell’Ema, a fronte del fatto che – conclude la nota – la candidatura di Milano offriva tutte le garanzie immediate per la continuità operativa di un’agenzia Ue, come Ema, fondamentale per la tutela della salute dei cittadini dell’Unione europea”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa