Integrazione: Cir, domani 21 rifugiati e richiedenti asilo ricevono l’attestato del corso d’informatica nell’ambito del progetto “Start me up”

Saranno 21 i giovani rifugiati e richiedenti asilo che domani riceveranno l’attestato per aver seguito con successo il corso di informatica finalizzato all’acquisizione di una formazione specialistica nell’ambito del progetto “Start me up”, realizzato dal Consiglio italiano per i rifugiati (Cir) e sostenuto da Fondazione Vodafone Italia. La consegna si terrà alle 12 presso l’Upter – Università popolare di Roma, alla presenza del presidente del Cir, Roberto Zaccaria, e del presidente della Upter, Francesco Florenzano.
“I 15 corsisti che passeranno al corso avanzato – spiega una nota – avranno accesso ad una borsa lavoro e saranno sostenuti per completare il percorso formativo con un tirocinio di 6 mesi in diversi settori”. L’obiettivo è quello di promuovere percorsi di integrazione e inserimento lavorativo attraverso il settore dell’informatica a Roma e provincia.
“Quello informatico – afferma Zaccaria – è un settore strategico e in costante crescita nell’ambito del quale un percorso accurato di formazione sia teorica che pratica – attraverso l’attivazione di numerosi tirocini – può favorire l’espressione del potenziale individuale e contribuire alla crescita del tessuto sociale del nostro Paese. È l’integrazione in cui crediamo: proficua per tutti e di cui tutta la comunità può beneficiare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa