Haiti: 7 morti per le proteste, in migliaia senz’acqua ed elettricità. Evasi 78 detenuti

Hanno provocato finora sette vittime e l’interruzione in molte abitazioni del servizio idrico ed elettrico le proteste in corso ad Haiti. Le proteste sono divampate giovedì scorso e si sono estese in varie città del Paese. I manifestanti, convocati dal leader dell’opposizione Moise Jean Charles, chiedono le dimissioni del presidente Jovenel Moise, contestandogli di non aver voluto indagare gravi sospetti di corruzione del precedente governo. Le proteste hanno interrotto in molti casi i rifornimenti di carburante, impedendo così il funzionamento degli impianti per il pompaggio dell’acqua. Migliaia di haitiani si trovano senza acqua ed energia elettrica. Intanto, approfittando del clima di confusione, settantotto detenuti sono evasi ieri dal carcere di Aquin, nel sud di Haiti, secondo quanto reso noto dal portavoce della polizia nazionale. Pare che al momento della fuga, nei pressi del carcere fosse in corso una manifestazione di protesta.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa