Emergenza freddo: Croce Rossa Roma, raccolta fondi per “Persone con una dimora”

“Persone con una dimora”: a loro è destinata la raccolta fondi lanciata oggi dalla presidente della Croce Rossa di Roma, Debora Diodati. I fondi che saranno raccolti andranno a favore della struttura di ricovero e accoglienza aperta nella sede della Croce rossa in via Ramazzini a Roma, dove da sabato 9 febbraio sono ospitate ogni notte trenta persona senza fissa dimora. A loro vengono offerti un posto per dormire, la cena, kit igienici, assistenza sanitaria, supporto psicologico e orientamento legale. Un’iniziativa nata dai volontari della Croce Rossa di Roma, che vede per ora il sostegno dell’associazione So.r.te. “Abbiamo deciso autonomamente di aprire, intanto per un mese, una nostra struttura che accolga chi vive per strada – afferma Diodati –. È stato un inverno drammatico per le persone senza dimora decedute ma anche per chi, pur volendo non è riuscito a trovare accoglienza al di fuori del Piano freddo, che comunque continua ad ospitare persone. Il nostro è un tentativo di allargare il bacino di ospitalità nella città ma anche quello di dare un segnale che tutti possiamo essere partecipi dell’aiuto e della solidarietà. Credo, infatti, che l’emergenza della vita per strada sia ormai arrivata ad un livello tale che richiede l’intervento di tutti e in questo il volontariato, da sempre operativo nell’aiutare, può dare un avvio”. Diodati sottolinea la generosità e la sensibilità di tanti romani. “In molti, nei giorni più freddi, ci hanno portato coperte che abbiamo distribuito con le Unità di strada – ricorda –. Ora tutti possiamo fare ancora qualcosa. Condividiamo questo appello a contribuire e facciamo anche piccole donazioni. Far crescere la solidarietà è un dono per le persone che accogliamo, ma è qualcosa di cui abbiamo bisogno tutti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa