Incontro abusi in Vaticano: padre Zollner, “Papa vuole che l’ascolto delle vittime avvenga a casa”

“Aspettiamo che i presidenti incontrino le vittime a casa loro. Il Santo Padre ci tiene che questo avvenga a casa e non solo qui perché a volte sento dire ancora in alcune parti del mondo e lo sento dire non solo da gente della Chiesa: ‘Da noi questo problema non esiste’. Il che vuol dire che non si parla perché in tutto il mondo questo fenomeno esiste e purtroppo continuerà a esistere”. Lo ha detto padre Hans Zollner, membro del Comitato organizzativo dell’incontro “La protezione dei minori nella Chiesa”, che comincerà in Vaticano il 21 febbraio. “Non dobbiamo illuderci che questo male sparirà completamente”, ha detto parlando ad un incontro con i giornalisti organizzato dalla Pontificia Università della Santa Croce. “È anche un’illusione pericolosa pensare che con una norma, una legge o una misura di prevenzione si possa togliere il male una volta per sempre. Purtroppo invece è un fenomeno umano che nella storia è esistito sempre ed esisterà sempre. Quello che dobbiamo fare è impegnarci e, con tutte le nostre forze, fare in modo che non avvenga”. Padre Zollner ha sottolineato l’importanza di parlare con le vittime “perché se si incontra veramente una vittima che sta seduta davanti a noi per un’ora o due o cinque e si ascolta il suo grido di aiuto, il pianto, le ferite che ha subito nella psiche, nel corpo, nel cuore e nella fede, non si può rimanere come prima. Se uno veramente ascolta, ne esce trasformato. Il punto è ascoltare veramente, aprire mente, orecchie, cuore. Questa era la condizione rivolta a tutti i partecipanti: incontrare le vittime e ascoltarle nelle loro lingue, nei loro contesti, capire fino in fondo cosa significa essere ferito profondamente. Quasi tutte le vittime che hanno subito un abuso da parte del clero, erano molto vicine alla Chiesa”. “Dobbiamo essere consapevoli” di questo, incalza Zollner. Rispondendo ad una domanda sulle ultime dichiarazione di Papa Francesco relative agli abusi sulle donne e sulle consacrate e se anche questo tema figura nell’incontro in Vaticano, padre Zollner ha risposto che il focus di questo incontro è la protezione dei minori perché “i bambini sono i più indifesi, le vittime più vulnerabili che non hanno voce”. E “se a questo incontro si arriverà ad una prospettiva sistemica e anche ad un cambiamento di atteggiamento, questo avrà ripercussioni certamente anche sulla violenza contro le donne e le donne consacrate”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori