Diocesi: mons. Nolè (Cosenza-Bisignano), “nessuno può essere superiore alla misericordia di Dio”

“Nessuno può essere superiore alla misericordia di Dio”. Lo ha detto monsignor Francesco Nolè, arcivescovo di Cosenza-Bisignano, nel corso dell’omelia pronunciata in cattedrale durante la festa della Patrona dell’arcidiocesi, la Madonna del Pilerio. Affidando alla Vergine la Chiesa locale, sottolineando “l’amore di Maria nella dinamica dell’amore trinitario”, il presule ha volto l’attenzione a “coloro che operano il male e procurano tante sofferenze a se stessi e al prossimo, sporcando la loro vita nel passare dall’odio alla vendetta, dalla corruzione al delitto, dall’usura alla malavita organizzata”. Per mons. Nolè, “il Signore non prende pace finché i suoi figli non si convertino e tornino a casa”. Riflettendo sulla “comunica” pronunciata da Papa Francesco a Cassano il 21 giugno 2014, ha precisato che “finché non si pentono sono fuori dalla comunione con Dio e con i fratelli”. Per questo la preghiera di Giovanni Paolo II, ‘Convertitevi’, deve essere la nostra stessa preghiera”. Rivolgendosi alla Patrona, ha auspicato: “anch’essi, o Madre, sono peccatori, ma figli tuoi, proprio come tutti noi!!! Perciò non stancarti mai di pregare per loro e per noi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori