Documento Abu Dhabi: card. Sandri, “sarà diffuso ai capi delle Chiese orientali perché sia conosciuto nelle comunità”

“Conoscere, studiare, diffondere il contenuto della Dichiarazione firmata dal Santo Padre ad Abu Dhabi, che il nostro Dicastero invierà a tutti i capi delle Chiese orientali cattoliche perché se ne facciano tramite all’interno delle rispettive comunità”. Lo ha detto il card. Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese orientali, nel suo saluto durante la Divina Liturgia in rito siro-antiocheno maronita nel Pontificio Collegio Maronita in Urbe, in occasione della solennità di san Maroun, patrono e fondatore della Chiesa di Antiochia dei Maronita. Riferendosi al viaggio di Papa Francesco ad Abu Dhabi e all’incontro di Bari, il cardinale ha affermato che “l’incontro tra leader e seguaci delle diverse confessioni cristiane e diverse religioni sono stati un messaggio e un laboratorio”. Un messaggio perché “l’esperienza stessa dello stare insieme, dello stringersi la mano, senza rinnegare o mettere da parte la propria identità e tradizione, ha rilanciato davanti agli occhi di tutti la possibilità di una convivenza pacifica, mettendo al bando ogni forma di violenza verbale o fisica o visioni fondamentaliste che piegano il nome di Dio a progetti di conquista o potere”. Un laboratorio, perché “sappiamo bene quanto lavoro è stato necessario per giungere a questi eventi e quanto ancora ne servirà perché essi siano davvero semi che germogliano e crescono”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo