Ue: Tajani, “mi ricandido per Europa più equilibrata e democratica”

foto SIR/Marco Calvarese

“Se toccherà al Partito popolare europeo la presidenza, mi ricandiderò perché credo sia giusto avere un’Europa equilibrata dove non comandino i francesi e i tedeschi ma ai cui vertici ci sia anche una presenza fattiva e operativa”. Lo ha annunciato Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo, a margine della presentazione di “Stavoltavoto.eu”, la Campagna di voto istituzionale lanciata del Parlamento europeo per informare i cittadini e promuovere la partecipazione al voto alle elezioni europee del prossimo 26 maggio.  “Visto che quest’anno Mario Draghi e Federica Mogherini concluderanno il loro incarico, sono l’unico italiano in grado di poter occupare un ruolo per un’Europa democratica, dove i popoli possano essere rappresentati”, ha spiegato Tajani sottolineando che non si tratta di “un fatto personale, ma di una questione politica, che riguarda l’interesse nazionale”. Per Tajani, “le proposte dei populisti non sono realizzabili perchè non hanno e non avranno i numeri. Secondo tutti i sondaggi, ci sarà la guida del Ppe sia alla Commissione che Parlamento che al Consiglio, poi si troveranno i giusti accordi per guidare le istituzioni europee. È escluso che ci sia – ha concluso – una presenza sovranista in grado di condizionare le scelte politiche”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa