Reddito di cittadinanza: Tajani, “un palliativo” perché “la povertà si sconfigge favorendo la crescita”

foto SIR/Marco Calvarese

“La povertà si sconfigge favorendo la crescita, creando posti di lavoro per i giovani”. Ne è convinto Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo, per il quale “il reddito di cittadinanza è un palliativo che non accontenterà, anche perché lo avranno tanti extracomunitari e il numero degli italiani si ridurrà”. “Aumenta la disoccupazione, soprattutto giovanile, siamo in recessione, le imprese sono in difficoltà, i pensionati sono in difficoltà”, ha spiegato Tajani sottolineando che “non si risolvono i problemi aumentando la pressione fiscale, anche sui pensionati, e colpendo il ceto medio”. Secondo il presidente del Parlamento europeo, bisogna “cambiare la politica economica ma questo si può fare solo se c’è un governo omogeneo e oggi questo non accade”. Servono “le grandi infrastrutture, non solo la Tav, un piano per il sud, realizzare strade, autostrade, rafforzare i porti, portare l’alta velocità nel Su e nelle isole”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa