Papa negli Emirati Arabi Uniti: Gisotti, “il Papa ha sempre sottolineato quanto sia grande la sofferenza del popolo yemenita”. “Parlerà ad un popolo di migranti”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“Il Papa ha sempre sottolineato quanto sia grande la sofferenza del popolo yemenita”. Alessandro Gisotti, direttore “ad interim” della Sala Stampa della Santa Sede, ha risposto in questi termini ad una domanda dei giornalisti su eventuali riferimenti del Papa alla tragica situazione dello Yemen, durante l’imminente viaggio apostolico negli Emirati Arabi Uniti. Gisotti ha menzionato, in particolare, i riferimenti fatti da Francesco al popolo yemenita nella Pasqua dell’anno scorso e nell’Angelus del 17 giugno 2018, in cui “ha sottolineato la sofferenza dei bambini”. Nel messaggio Urbi et Orbi del 25 dicembre, invece, il Papa “sottolineava e incoraggiava il negoziato intrapreso in Svezia, auspicando la fine delle ostilità”, ha precisato Gisotti. “Non so se affronterà il tema privatamente e pubblicamente”, ha aggiunto: “So che anche in recenti occasioni ha sottolineato la necessità di impegnarsi per la pace, e in particolare perché siano rispettati i diritti umani, soprattutto della popolazione civile e dei bambini. Il Papa ha parlato sempre in modo molto chiaro su questo, e ha sempre sottolineato la necessità di mettere fine a questa guerra, incoraggiando gli sforzi svolti ai primi di dicembre a Stoccolma”. Interpellato anche sulla presenza o meno, nei discorsi del Papa, del tema dei migranti, Gisotti ha risposto: “Parlerà ad un popolo di migranti: non posso dire se toccherà questo tema pubblicamente con un discorso, ma vi invito a fare attenzione alle preghiere dei fedeli, che saranno la voce dei migranti nella messa”. “La precarietà della condizione dei migranti è sicuramente un tema che sta a cuore al Santo Padre”, ha aggiunto Gisotti: “È il tema della periferia, dei cristiani che sono in condizione di periferia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa