Padre Jacques Hamel: sabato 9 marzo sessione di chiusura processo beatificazione. L’annuncio dell’arcivescovo di Rouen

Padre Jacques Hamel

Si terrà sabato 9 marzo, alle 10.30, all’arcivescovado di Rouen la sessione di chiusura del processo diocesano per la beatificazione di padre Jacques Hamel, il sacerdote ucciso il 26 luglio 2016 nella chiesa di Saint-Etienne-du-Rouvray a Rouen, in un attentato di matrice fondamentalista. Ad annunciarlo è stato oggi monsignor Dominique Lebrun, arcivescovo di Rouen, a Lourdes per conferire il Premio Père Jacques Hamel nel quadro della XXIII Giornata internazionale di Saint-François-de-Salesorganizzata dalla Federazione dei media cattolici. Durante quest’ultima sessione diocesana – informa una nota della diocesi -, il dossier verrà sigillato per essere portato alla Congregazione per le Cause dei Santi.
Nel settembre del 2016, a pochissimi mesi dall’uccisione di padre Hamel, in una messa celebrata a Casa Santa Marta, in segno di vicinanza ai familiari e a tutta la comunità di Rouen, Papa Francesco disse: “È un martire! E i martiri sono beati”. A quelle parole si è aggiunto il via libera all’apertura della causa di beatificazione sia dalla Congregazione per la Cause dei Santi sia dallo stesso Pontefice, che ha permesso di derogare alla regola canonica che impone un tempo di almeno cinque anni prima di aprire l’iter verso la gloria degli altari. Un iter che nei tempi recenti è stato riservato, per esempio, a san Giovanni Paolo II e a santa Madre Teresa.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa