Elezioni europee: Tajani (Europarlamento), “mi candido alle europee e mi ricandido alla guida del Parlamento Ue”

“Mi candido alle elezioni europee e mi ricandido alla guida del Parlmento Ue”. È quanto annuncia il presidente dell’Europarlamento Antonio Tajani in un’intervista ad Avvenire. “La guida dell’Europarlamento – aggiunge Tajani – è un compito delicato e affascinante. E poi l’Italia perderà sia il vertice della Banca centrale europea oggi (Mario Draghi) sia il ministro degli Esteri europeo (Federica Mogherini)”. Guardando al futuro del nostro Paese, Tajani sottolinea che “l’Italia deve contare di più e per farlo deve lavorare, conoscere, incidere”. Per l’Italia il presidente dell’Europarlamento vede un ruolo di “portavoce di un’alleanza tra Stati membri”, che metta in dialogo i “Paesi del Sud, che hanno un problema enorme con l’immigrazione e con la disoccupazione” e, parallelamente con “i Paesi dell’Est che non possono essere isolati dall’Europa che conta”. All’orizzonte si prospetta la conclusione della lunga stagione politica di Angela Merkel. “La Cancelliera Merkel – afferma Tajani – è ancora un personaggio decisivo in Germania e ascoltato e influente in Europa. Io spero che resti una figura centrale perché se dovesse abbandonare il campo c’è un rischio che pochi hanno valutato bene”. Per Tajani l’uscita di scena della Merkel porterebbe ad un irrigidimento della linea della Germania. “In un eventuale dopo Merkel – sottolinea – parole come austerità e rigore economico faranno più paura che in passato”. Quanto ai rapporti con la Francia, Tajani auspica che Parigi “tenti di avere un atteggiamento diverso nei confronti dell’Italia. E poi è arrivato il momento di mettere da parte atteggiamenti egemonici verso l’Africa. E di evitare di contrastare gli interessi italiani sulla Libia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa