Terremoto in Toscana: Nardella (sindaco Firenze), “non c’è una situazione di allarme”

“Lo spavento è stato forte, ma secondo quanto riportato dalla prefettura non c’è una situazione di allarme”. Lo scrive il sindaco di Firenze, Dario Nardella, dopo la riunione alla Protezione Civile. “Possiamo dire – afferma – che nelle ultime 12 ore si sono verificate 36 scosse, e che il picco è stato questa notte alle 4.37, magnitudo 4.5 a 9km di profondità, con epicentro tra Scarperia e San Piero in Mugello”. Per ora nel Comune di Firenze non risultano segnalazioni di danni a cose o persone e le scuole restano tutte aperte. Per quanto riguarda invece l’area metropolitana, sono in corso verifiche sulle linee ferroviarie regionali; è ripresa invece la circolazione dell’alta velocità nella tratta Firenze-Bologna. È stata attivata l’unità di crisi della Protezione Civile e quella del Mibact, che è a lavoro per la verifica e la messa in sicurezza del patrimonio culturale. In via precauzionale sono chiuse le scuole di Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Firenzuola, Vaglia e Vicchio. “Il mio ringraziamento più grande – conclude Nardella – alle forze dell’ordine, alla Protezione Civile, ai volontari e soprattutto ai Vigili del fuoco subito in prima linea con gli interventi in alcune abitazioni della zona colpita dal sisma”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia