Siria: Iacomini (Unicef), “scioccati da uccisione 8 bambini nel nord di Aleppo, 34 nell’ultimo mese”

“Siamo scioccati e rattristati dalle notizie provenienti dai nostri uffici sul campo secondo cui otto bambini sono stati uccisi e altri otto sono rimasti feriti negli attacchi alla città di Tal Rifaat, nel nord di Aleppo. Avevano tutti meno di 15 anni”. Lo dichiara Andrea Iacomini, portavoce dell’Unicef Italia.  “Il numero di bambini uccisi nel nord della Siria dopo questo attacco sale inesorabilmente a 34 innocenti nelle ultime quattro settimane, un dato sconcertante come anche la violenza incessante che continua in diverse parti della regione” prosegue. “In quasi nove anni di conflitto, il principio fondamentale della protezione dei bambini contenuto nella Convenzione del 1989 è stato completamente ignorato, sono migliaia i bambini uccisi a causa di questo conflitto, così tanti che è difficile fare un calcolo di questo orrore” conclude. L’Unicef ricorda a tutte le parti in conflitto in Siria “che i bambini devono sempre essere protetti, che non sono un bersaglio e che tutti coloro che deliberatamente continuano a uccidere i bambini saranno ritenuti responsabili”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo