Diocesi: Latina, il Consultorio “Crescere insieme” diventa Centro regionale per la mediazione penale minorile

Il nuovo Centro regionale per la mediazione penale minorile del Lazio avrà sede a Roma e sarà gestito dal Consultorio familiare “Crescere insieme” della diocesi di Latina-Terracina-Sezze-Priverno. L’ente, capofila di un’Associazione temporanea di scopo che vede la partecipazione dell’Ismes di Roma, dell’associazione In Medias Res di Albano e dell’Istituto Don Calabria di Roma, si è aggiudicato un bando nazionale di durata biennale, che mette a disposizione 120mila euro per la gestione di tutte le mediazioni penali minorili e le attività di giustizia riparativa del Lazio di competenza del Tribunale per i minorenni di Roma. “Dal 2006 portiamo avanti questo tipo di servizio, in collaborazione con la Provincia di Latina – spiega Pasquale Lattari, coordinatore del servizio –. Dal 2017 gestiamo anche l’Ufficio di mediazione penale e giustizia riparativa nella messa alla prova per gli adulti”. Il Consultorio diocesano istituzionalizza così l’impegno nel campo della mediazione penale, “attività autenticamente cristiana, perché ricerca l’incontro tra il reo e la vittima, e servizio profondamente laico e civile, che si inserisce nel nostro impegno a servizio di famiglie e minori”, aggiunge il presidente del Consultorio, Vincenzo Serra. Gli fa eco ancora Lattari, che conclude: “Per il minore, la messa alla prova cerca di riparare quelle relazioni sociali che il reato ha interrotto, rappresentando un’occasione educativa con indiscutibili benefici, che speriamo possa essere sempre più conosciuta e diffusa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori