Terremoto Centro Italia: Campi di Norcia, inaugurato Centro di comunità “S. Andrea”. Mons. Boccardo “solidarietà che ci riscalda il cuore”

Campi di Norcia. Centro S.Andrea

“È vero che quando si entra nella prova – per noi quella del terremoto e la conseguente fatica di andare avanti con i segni della speranza che mancano, con la frustrazione delle attese e delle promesse non mantenute – si pensa che non vale la pena ricominciare. E invece no: vale la pena sempre ripartire, perché il Signore si prende cura di noi e continua ad essere presente al nostro fianco per ricordarci ciò che vale veramente. Questa casa allora ci ricorda ad essere solleciti del bene vero, ad essere ricchi interiormente, certi che Dio è con noi”. Lo ha detto mons. Renato Boccardo, inaugurando il 30 novembre il Centro di comunità “S. Andrea” nella frazione di Campi di Norcia donato alla arcidiocesi e alla comunità parrocchiale dell’Abbazia di S. Eutizio in Preci, guidata da don Luciano Avenati, dalle Caritas delle Chiese di Como e di Mantova, presenti con i rispettivi vescovi, mons. Oscar Cantoni e mons. Gianmarco Busca. Il ringraziamento di mons. Boccardo alle due Chiese sorelle: “La semplicità dell’amicizia riscalda il cuore: care Eccellenze, siete qui per dirci che ci volete bene, che siete con noi senza calcolo, che siete qui per amore e non per fare delle passerelle a fini propagandistici. Da ciò impariamo che solo nella misura in cui riusciamo a metterci insieme e a non avere paura di chi è diverso è possibile costruire: oggi, invece, i tanti messaggi che riceviamo ci invitano a ripiegarci su noi stessi nella ricerca dell’interesse personale e privilegiare lo slogan prima noi e gli altri si arrangino”. Infine mons. Boccardo ha ringraziato don Avenati per “la sua fedeltà, la tenacia, la determinazione e la fantasia. Sono orgoglioso – ha detto il presule – dei miei sacerdoti che dopo il sisma sono rimasti qui e non si sono mai allontanati da questa gente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori