Povertà: Intesa Sanpaolo, ieri in banca a Torino pasto gratuito per 300 persone bisognose

Tutti insieme a tavola. Trecento persone e famiglie in situazioni difficili ospiti per qualche ora di Intesa Sanpaolo presso la sede torinese della banca nel grattacielo di Renzo Piano. È iniziato così ieri, domenica, il progetto “Noi insieme: Natale 2019” l’iniziativa nazionale di condivisione e cultura di Intesa Sanpaolo che nel mese di dicembre apre numerose sedi della Banca per offrire a 2.000 persone e famiglie in difficoltà pranzi solidali e momenti di intrattenimento con musica e arte in numerose città italiane dove apre le sue sedi. Ieri, i primi ospiti del progetto sono stati accolti dal presidente di Intesa, Gian Maria Gros-Pietro, e da circa 40 dipendenti della banca.
Il progetto “Noi insieme: Natale 2019” è realizzato dalla Banca in collaborazione con Caritas Italiana e diocesane e le associazioni assistenziali collegate e vede il coinvolgimento degli studenti degli Istituti alberghieri salesiani. I gestori delle mense aziendali Intesa Sanpaolo hanno aderito all’iniziativa rinunciando al compenso economico per le proprie attività. Essa vede quindi la collaborazione di tanti soggetti con finalità e caratteristiche diverse lavorare uniti su iniziativa di Intesa Sanpaolo per un obiettivo comune di condivisione che continuerà anche nei prossimi mesi. L’iniziativa è prevista in dieci città: Torino, Milano, Padova, Vicenza, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Lecce.
Gros-Pietro ha commentato: “Abbiamo voluto offrire un momento di serenità a tanti ospiti nelle nostre sedi: per un giorno quelli che sono i nostri abituali luoghi di lavoro assumono un compito di accoglienza solidale con un ruolo diverso dal solito. I volontari sono tutte persone di Intesa Sanpaolo; tutti insieme abbiamo vissuto una giornata con un significato speciale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori