Fondazione Centesimus Annus: Tarantola (presidente), “coniugare formazione e testimonianza con la spiritualità e il dialogo tra generazioni”

“Per diffondere i principi fondanti del Magistero sociale dei sommi pontefici e la loro applicazione nella vita reale la formazione è la via maestra”. Sono parole di Anna Maria Tarantola, presidente della Fondazione Centesimus Annus Pro Pontifice, che ha aperto questa mattina il corso di Dottrina sociale della Chiesa, che per il 2019-2020 ha come tema “Verso un nuovo modello di sviluppo umano integrale”. “Missione della Fondazione e di questi corsi è approfondire il Magistero sociale – ha proseguito –. La nuova edizione che inauguriamo oggi unisce i quattro moduli online – in cui sarà possibile l’interazione sia tra discenti sia con i docenti – con i tre moduli in presenza, perché vedersi, conoscersi e dialogare sono parti fondamentali del processo formativo”. Insieme alla parte accademica e al confronto di esperienze, il corso propone un confronto tra vita e spiritualità, secondo la linea data dal direttore didattico del corso, il gesuita padre Francesco Occhetta. La partecipazione al corso è variegata, sia a livello generazionale sia per la professione svolta, e la sessione di studi in programma fino a domani prevede, tra l’altro, gli interventi di Giovanni Marseguerra, docente all’Università Cattolica e coordinatore del Comitato scientifico Fcapp, del gesuita padre Francesco Germano, docente alla Facoltà Teologica dell’Italia centrale, di Roberta Leone della Pontificia Università Urbaniana e di Sofia Bianchi della Società di Consulenza Sunny.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa