Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Mes, ok del Parlamento a risoluzione. Tassa su lotterie e slot. Usa: esecuzione in Texas

Mes: ok Senato a risoluzione maggioranza, oggi Conte al Consiglio europeo
Con 164 voti favorevoli, 122 contrari e 2 astensioni l’Aula del Senato ha approvato, ieri sera, la risoluzione presentata dalla maggioranza sulle comunicazioni del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in vista del Consiglio europeo di oggi. Alla Camera il testo era stato invece approvato con 291 voti a favore e 222 contrari. Da Bruxelles il presidente del Consiglio Ue Charles Michel assicura che si terrà conto del dibattito italiano. E Bankitalia torna a rimarcare che il Mes non è un rischio per il Paese: “Non c’è” la ristrutturazione del debito che per l’Italia sarebbe stata un problema. In Aula, Conte aveva rassicurato: “L’Italia non ha nulla da temere anche perché il suo debito è pienamente sostenibile”.

Manovra: al 20% tassa su lotterie e slot, bonus per gli asili nido
Dal primo marzo sale al 20% il prelievo sulle vincite oltre i 500 euro, comprese quelle alle lotterie istantanee come i Gratta e Vinci. Lo prevede un emendamento alla manovra approvato in commissione Bilancio del Senato. Nel caso delle vincite alle new slot sopra i 200 euro, dal 15 gennaio il prelievo sale al 20%. Con un altro emendamento è stato introdotto il bonus asili nido ”contro la povertà al Sud” nella manovra. Previsto il bonus asili nido di 3.000 euro a famiglia con Isee inferiore a 25.000, di 2.500 per le famiglie con un Isee compreso tra i 25.000 e i 40.000 euro e di 1.500 per le altre famiglie. Previsti 2,5 miliardi per la costruzione ex novo e la manutenzione degli asili nido.

Usa: esecuzione in Texas, è la ventiduesima del 2019
La pena di morte torna a colpire in Texas, dove è stata portata a termine l’esecuzione di Travis Runnels, il 46enne accusato di aver ucciso un suo sorvegliante carcerario nel 2003. Runnels si è spento in seguito a un’iniezione letale dopo che la Corte Suprema ha respinto l’appello presentato in extremis dai suoi legali, secondo i quali uno dei testimoni nel processo avrebbe dichiarato il falso. Con Runnels salgono a 22 le esecuzioni a morte condotte negli Stati Uniti dall’inizio dell’anno, nove in Texas.

Niger: 70 militari uccisi in attacco Isis, è il più sanguinoso dal 2015
Sarebbero almeno 70 i militari rimasti uccisi in un attacco compiuto da presunti jihadisti in Niger. La notizia arriva da un consigliere del presidente nigerino, Mahamadou Issoufou, ed è stata rilanciata dai media locali. Sembrerebbe essere l’attacco jihadista più sanguinoso nel Paese africano dal 2015. Lo stesso presidente ha annunciato che sta tornando da un viaggio all’estero per seguire gli sviluppi dell’attentato dall’interno del Paese. L’attacco sarebbe avvenuto vicino al confine con il Mali, in una zona popolata da terroristi affiliati all’Isis.

Israele: Knesset si scioglie, elezioni il 2 marzo
Scaduto a mezzanotte il termine di 21 giorni, previsto dalla legge israeliana, perché la Knesset formasse un nuovo governo, il Parlamento israeliano si è sciolto. Ma è stata confermata la data del 2 marzo per le elezioni, già stabilita nei giorni scorsi dai due maggiori partiti, blu-bianco e Likud. La nuova consultazione sarà la terza in un anno, circostanza che non si era mai verificata finora.

Ambiente: Torino, Greta Thunberg domani parteciperà al “climate strike”
L’attivista svedese Greta Thunberg domani, venerdì 13 dicembre, si unirà al “climate strike” di Torino. Lo ha annunciato su Twitter, dicendo che si fermerà nel capoluogo piemontese “sulla via del ritorno a casa” da Madrid, dove ha partecipato alla Cop 25. “Ci vediamo a Piazza Castello, Torino alle 15!”, ha scritto. I “climate strike” sono le manifestazioni lanciate dalla stessa attivista e dal movimento “Friday For Future” per protestare contro l’inoperosità dei governi nella lotta al cambiamento climatico.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo