Caporalato: Caritas italiana, domani a Castel Volturno la firma di un protocollo d’intesa contro lo sfruttamento lavorativo

Domani 13 dicembre, durante il convegno regionale “Sfruttamento lavorativo della manodopera straniera. Dalla tutela della vittima al contrasto del fenomeno” presso il Centro Fernandez (alle ore 10, via Domitiana 480) a Castel Volturno, verrà sottoscritto un protocollo d’intesa tra la Caritas italiana, promotrice del progetto nazionale “Presidio” contro lo sfruttamento lavorativo ed il caporalato, e l’Ispettorato interregionale del lavoro, responsabile per le Regioni Campania, Puglia, Molise, Basilicata e Calabria.  Il Progetto Presidio di Caritas italiana è attivo dal 2015 ed attualmente vede la partecipazione di tredici diocesi – Saluzzo, Latina, Aversa, Capua, Caserta, Teggiano, Manfredonia, Cerignola, San Severo, Foggia, Oppido, Ragusa, Noto -, impegnate in attività di assistenza, sensibilizzazione, formazione e advocacy. Dal suo avvio fino ad ottobre 2019 sono stati 6.360 i lavoratori assistiti e 2.305 gli interventi attivati in ambiti diversi (su tutti: 48% beni di prima necessità, 27% sanitario, 15% amministrativo). La prima azione concreta che seguirà la sottoscrizione del Protocollo sarà l’istituzione di una “cabina di regia” nella quale periodicamente i referenti nazionali del Progetto Presidio ed i coordinatori regionali potranno confrontarsi con i responsabili dell’Ispettorato interregionale su buone prassi e problematiche sorte sui territori. Da questo tavolo permanente si svilupperanno le attività di informazione attraverso incontri territoriali pubblici, aperti ad operatori, ai rappresentanti dei lavoratori ed ai lavoratori stessi per parlare di diritti e doveri nell’ambito lavorativo, e per illustrare le attività che svolgono gli ispettori del lavoro, le procedure per interfacciarsi con loro ed il comportamento da tenere durante le ispezioni.  Le informazioni saranno diffuse anche attraverso i social –  mezzo di comunicazione molto efficace tra i migranti – e video plurilingue.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo