Papa Francesco: messa a San Giovanni in Laterano. Ai cristiani di Roma, “portate una parola di vita e di speranza capace di fecondare i deserti dei cuori”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

Papa Francesco ha celebrato oggi la messa per la festa della Dedicazione della basilica di San Giovanni in Laterano a Roma. Al suo arrivo, prima dell’ingresso in basilica, Bergoglio ha sostato sul sagrato presso la lapide commemorativa in onore delle vittime della povertà, dando così inizio alla terza Giornata mondiale dei poveri che si articolerà in diversi momenti che culmineranno nella celebrazione della messa di domenica 17 novembre nella basilica di San Pietro. Durante l’omelia, Francesco ha affermato: “Questa sera vorrei prendere dalla Parola di Dio tre versetti da donarvi, perché possiate farli oggetto di meditazione e di preghiera. Il primo lo sento indirizzato a tutti, a tutta la comunità diocesana di Roma. È il versetto del Salmo responsoriale: ‘Un fiume e i suoi canali rallegrano la città di Dio’. I cristiani che abitano in questa città sono come il fiume che scaturisce dal tempio: portano una Parola di vita e di speranza capace di fecondare i deserti dei cuori… L’importante è che il corso d’acqua esca dal tempio e si diriga verso terre dall’aspetto ostile. La città non può che rallegrarsi quando vede i cristiani diventare annunciatori gioiosi, determinati a condividere con gli altri i tesori della Parola di Dio e a darsi da fare per il bene comune”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori