Medici con l’Africa Cuamm: Gentiloni (Ue), “partnership con Europa è l’unica che può migliorare sviluppo Africa”

“Il Cuamm rappresenta il modello di aiuto che non si limita a rispondere alle emergenze ma promuove uno sviluppo a lungo termine. È questa la direzione intrapresa anche dall’Italia”. Così Emanuela Del Re, vice ministro per gli affari esteri e la cooperazione internazionale, durante l’annuale meeting di Medici con l’Africa Cuamm a Firenze. Nel ricordare l’impegno del nostro Paese per l’Africa come nel caso del Mozambico a cui sono stati destinati 24 milioni in progetti di cooperazione, Del Re ha aggiunto: “Bisogna creare un sistema coinvolgendo tanti attori, per costruire insieme l’Africa del futuro dove ogni persona conta”. Collaborazione di cui ha parlato anche Paolo Gentiloni, commissario europeo agli affari economici, che ha annunciato che “l’Europa investirà 40 miliardi in più nei prossimi sette anni per l’Africa”. Aiuti pubblici che non sono sufficienti, ha commentato, “perché serve lavorare di più con l’Africa”. “Dobbiamo fare un passo avanti nella qualità perché la crescita non basta e ne va anche della nostra sicurezza oltre che del benessere della popolazione africana”. “La partnership con l’Ue – ha concluso – resta però l’unica che può migliorare lo sviluppo dell’Africa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori