Locali incendiati a Centocelle: Libera e Rete Numeri Pari, “non fermeranno il percorso di crescita sociale del territorio”

“Le fiamme vigliacche che hanno colpito luoghi di cultura, di socialità e incontro, non fermeranno il percorso di crescita sociale di quel territorio. Questo percorso, ora più di prima, ha bisogno della risposta di tutti e tutte”. È l’appello lanciato da Marco Genovese di Libera Roma che, insieme a Rete dei Numeri Pari, esprime vicinanza alle attività colpite dagli incendi, alle persone di Centocelle, alle realtà associative e sociali del quartiere. “L’unico antidoto agli interessi criminali e mafiosi, al loro potere violento, è l’affermazione di quei diritti sociali che da troppo tempo sono negati nella nostra città – continua Giuseppe De Marzo di Libera e della Rete dei Numeri Pari -: diritto ad una casa, allo studio, diritto a muoversi, a curarsi, a vivere in un ambiente pulito e bello. La richiesta di schierare l’esercito in strada nei nostri quartieri continua a dimostrare inadeguatezza e incapacità non solo amministrativa ma di lettura dei problemi sociali. Roma ha bisogno di essere governata dalla politica e di una visione di futuro. Quando la politica è debole, a governare sono gli interessi privati e quelli mafiosi”, conclude De Marzo. Libera e Rete dei Numeri Pari invitano tutti e tutte a partecipare alla passeggiata solidale nel quartiere convocata per il 14 novembre è alle prossime iniziative che coinvolgeranno Centocelle.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori