Cellule parrocchiali di evangelizzazione: il 18 novembre incontrano il Papa in Vaticano

Il 18 novembre, alle 12 in Aula Paolo VI, Papa Francesco incontrerà più di 3mila membri delle Cellule parrocchiali di evangelizzazione (Cpe), che arriveranno dai cinque continenti e che hanno nel cuore il desiderio di evangelizzare, di portare la Buona Novella a quanti ancora non la conoscono. Molti i Paesi di provenienza, tra i quali spiccano la Cina, il Brasile e il Libano. Sono attesi anche canadesi, statunitensi, maltesi, inglesi, francesi, belgi, irlandesi, tedeschi, ungheresi, portoghesi, cechi, spagnoli, svizzeri e polacchi, per un totale di circa 500 stranieri. L’Italia è notevolmente rappresentata: sono circa 2.500, infatti, coloro che arriveranno a Roma per l’udienza, alla quale saranno presenti mons. Joseph de Metz-Noblat, vescovo di Langres, mons. Piero Coccia, arcivescovo di Pesaro, e mons. Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della nuova evangelizzazione, che alle 10 presiederà la messa di ringraziamento. Il secondo incontro con Papa Francesco – si legge in un comunicato – è stato fortemente voluto da don Pi.Gi. Perini, fondatore e presidente dell’Organismo internazionale di servizio per le Cpe. Il Santo Padre lo ha gentilmente concesso sia in occasione del 90° compleanno di don Pi.Gi., sia per il suo 65° anniversario di sacerdozio, festeggiati proprio nel 2019. Il 17 novembre, in preparazione all’incontro del giorno successivo, è prevista nella basilica di Sant’Andrea della Valle a Roma l’adorazione eucaristica alle 18 e la messa alle 18.45, presieduta dal vescovo di Langres.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo