This content is available in English

Economia: previsioni della Commissione. Dombrovskis, “potremmo trovarci in futuro in situazioni difficili”. Preoccupano Brexit e Cina

“L’economia europea si è finora dimostrata resiliente in un ambiente esterno meno favorevole: prosegue la crescita economica, la creazione di posti di lavoro è vigorosa e la domanda interna robusta. Potremmo tuttavia trovarci in futuro in situazioni difficili: abbiamo davanti un periodo di grande incertezza dovuto ai conflitti commerciali, alle crescenti tensioni geopolitiche, alla persistente debolezza del settore manifatturiero e alla Brexit”. Anche il commento alle previsioni economiche di Valdis Dombrovskis, vicepresidente della Commissione e responsabile per l’euro, appare preoccupato. “Esorto, da una parte, tutti i Paesi dell’Ue – dice – con livelli elevati di debito pubblico a perseguire politiche di bilancio prudenti e a intraprendere un percorso di riduzione del livello del debito. Dall’altra parte, invito gli Stati membri che dispongono di margini di bilancio a utilizzarli fin d’ora”. Prudenza dunque per Paesi come l’Italia, investimenti, invece, per quegli Stati che se lo possono permettere. “Una serie di rischi potrebbe comportare una crescita inferiore rispetto a quella prevista. L’intensificarsi dell’incertezza – si legge nelle previsioni della Commissione – o un aumento della tensione nelle relazioni commerciali e a livello geopolitico potrebbe rallentare la crescita, così come potrebbe agire da freno un rallentamento più marcato del previsto in Cina”.
Più vicino a casa, “rappresentano un rischio l’eventualità di una Brexit disordinata e la possibilità che la debolezza del settore manifatturiero possa avere effetti di ricaduta più evidenti sui settori orientati verso il mercato interno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo