Diocesi: Padova, “assoluzione don Temporin gli restituisce piena dignità”

“Come Chiesa di Padova abbiamo seguito – certo con trepidazione, ma con fiducia e con vicinanza a don Gino Temporin – la vicenda e i tempi della lunga procedura giudiziaria, sempre convinti dell’insussistenza dei fatti e dell’innocenza del sacerdote, come anche giuridicamente ora è stato definitivamente confermato”. È quanto si legge in una nota diffusa dalla diocesi di Padova sulla sentenza della Corte di Cassazione che ha reso definitiva l’assoluzione del sacerdote – perché il fatto non sussiste – da parte del Tribunale di Padova, confermata dalla Corte di Appello di Venezia. L’ex rettore del seminario era accusato di violenza sessuale nei confronti di un suo allievo. “Sono stati anni di fatica che don Gino ha vissuto con serenità interiore e fiducia, e noi con lui. Questa sentenza restituisce, anche pubblicamente, piena dignità a un uomo, a un prete, a un educatore, ma anche a un’istituzione formativa così importante come il Seminario minore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo