Chiese Basilicata: Matera, domani il convegno “Coltivare la biodiversità”

“Imparare a guardare la biodiversità per prendercene cura”, in un mondo che gira in fretta sembra che tutto sia scontato e poco ci si accorge della ricchezza, della varietà e della preziosità delle “opere del Signore”, di tutto ciò che ci circonda. La Delegazione regionale dei problemi sociali e del lavoro della Conferenza episcopale di Basilicata organizza domani, alle ore 17, presso il salone della parrocchia San Giacomo (via Benedetto Croce, angolo Via Trabaci) a Matera, un convegno a respiro regionale dal titolo: “Coltivare la biodiversità”.
Severino Romano, ordinario di Economia ambientale dell’Unibas, Simona Loperte, ricercatrice del Cnr, l’assessore regionale all’Ambiente, Gianni Rosa, mons. Salvatore Ligorio, arcivescovo di Potenza-Muro Lucano-Marsiconuovo, e mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, arcivescovo di Matera-Irsina, tratteranno il tema delle biodiversità alla luce dell’enciclica Laudato si’ di Papa Francesco e con uno sguardo al territorio.
La Giornata del Creato, che si celebra a livello nazionale da 14 anni il 1° settembre, si legge in una nota, “è un’occasione per rendersi conto di quanto anche il territorio lucano sia ricco di tante varietà e specie di esseri viventi che lo popolano e che possono essere minacciati dall’incuria, dall’inquinamento, da un’economia distorta che mette al primo posto il profitto sulla cura, dalla sopraffazione dell’opera dell’uomo sul patrimonio naturalistico”.
“Le Chiese di Basilicata, sensibili al destino umano, economico e allo sviluppo integrale degli abitanti della Regione, già in altre occasioni si sono occupate di temi ambientali, si vuole ora intraprendere un percorso di maggiore attenzione e di dialogo con le Istituzioni, le parti sociali e con quanti hanno a cuore lo sviluppo, la tutela e la cura della “casa comune”, conclude la nota.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo