Evasione fiscale: Swg, in Italia cova la rabbia contro i furbetti

In Italia cova la rabbia contro i furbetti del fisco. È quanto emerge dall’ultima rilevazione eseguita da Swg su un campione di 1.000 maggiorenni italiani, i cui esiti sono pubblicati nello speciale “Lotta all’evasione fiscale” di “PoliticApp” diffuso oggi. Chiamati ad esprimersi nella rilevazione eseguita tra il 23 e il 26 ottobre, gli italiani si dicono d’accordo con l’affermazione secondo la quale “gli evasori siano i parassiti della società”. La pensa così il 75% degli intervistati (40% “molto” e 35% “abbastanza”) mentre l’11% è “poco” d’accordo e l’8% “per niente”. Trasversale rispetto ai partiti votati l’avversione degli italiani nei confronti degli evasori. Gli intervistati ritengono poi che il carcere è “una misura plausibile” nella lotta agli evasori: per il 43% è una misura “giusta ma deve avere limiti chiari”, per il 37% è “giusta e indispensabile”, per il 12% sarebbe “eccessiva” e per il restante 8% sarebbe “sbagliata”. Rispetto a questa misura, l’elettorato si dimostra più spaccato: per il 51% degli elettori dei Cinquestelle è “giusta e indispensabile”, per il 46% degli elettori del Pd e il 52% degli indecisi è “giusta ma deve avere limiti chiari”, per il 20% degli elettori della Lega è “sbagliata” mentre per il 24% degli elettori di altre forze di centrodestra è “eccessiva”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo