Dialogo: Istituto universitario Sophia, l’11 novembre a Loppiano conferimento del dottorato honoris causa a Juan Carlos Scannone

Martedì 11 novembre, in occasione dell’inaugurazione del 12° anno accademico, l’Istituto universitario Sophia conferirà il dottorato honoris causa in “Cultura dell’unità” al teologo e filosofo argentino Juan Carlos Scannone. “Uno studioso – commenta mons. Piero Coda, preside dell’Istituto – che con perseveranza si è distinto nel costruire ponti di dialogo tra le diverse espressioni culturali e sociali dell’America Latina e Caraibi e tra questa e le espressioni culturali e sociali dell’Europa”. Scannone è il più grande esponente in vita della “teologia del popolo” e professore del giovane seminarista Jorge Mario Bergoglio. Il conferimento del dottorato honoris causa è stato deliberato all’unanimità dal Senato dell’Istituto e riconosce il valore della ricerca intellettuale condotta con profezia da Scannone, nella prospettiva di un “nuovo pensiero” a livello globale, insieme all’impegno da lui profuso a servizio di quel “cambio di paradigma” auspicato con tanta determinazione dallo stesso Papa Francesco, per una “nuova tappa dell’evangelizzazione”, attraverso “la cultura dell’incontro tra le culture”. “Il dottorato – aggiunge mons. Coda – vuole sottolineare inoltre quanto Juan Carlos Scannone abbia offerto e offra, con un sostegno concreto ed energico, con visione aperta e lungimirante, al progetto di ‘Sophia Alc’, il Centro accademico di formazione superiore e ricerca dell’Istituto universitario Sophia in America Latina e Caraibi”. Alla cerimonia, in programma alle 17 nell’auditorium dell’Istituto a Loppiano, saranno presenti il card. Giuseppe Betori, gran cancelliere dell’Istituto, Emmaus Maria Voce, vice gran cancelliere e presidente del Movimento dei Focolari, mons. Zervos Gennadios, arcivescovo metropolita dell’arcivediocesi ortodossa d’Italia e di Malta del Patriarcato ecumenico, Osvaldo Barrenche, storico argentino, docente all’Università de La Plata, il sindaco di Figline e Incisa Valdarno, Giulia Mugnai, e il sindaco di Bagno a Ripoli, Francesco Casini.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo