Papa Francesco a Greccio: Fabi (sindaco), “vorremmo accoglierlo con una rievocazione storica del presepe”

foto SIR/Marco Calvarese

“Una grande gioia. Siamo onorati di accogliere per la seconda volta Papa Francesco a Greccio. Questa sarà una visita ufficiale che si arricchisce di ulteriore significato per la scelta del Pontefice di inviare, da qui, a tutta l’umanità una lettera per capire il significato del presepio”. Non nasconde l’emozione Emiliano Fabi, sindaco di Greccio, nel commentare al Sir l’annuncio dato oggi dallo stesso Pontefice di tornare in visita al santuario di Greccio, luogo del primo presepio (notte di Natale del 1223), domenica 1° dicembre. “Siamo felici – aggiunge il sindaco – perché questa visita si incastona nel progetto ‘La Valle del Primo Presepe’, promosso dalla Chiesa di Rieti con la collaborazione, tra gli altri, del nostro Comune e di quello di Rieti. Un percorso iniziato tre anni fa, con una serie di iniziative tutte volte al recupero del significato originario e originale dell’intuizione di san Francesco”. “L’attesa qui è enorme – spiega Fabi –. Stiamo pensando con la diocesi di Rieti a un dono da presentare a Papa Francesco: sarà qualcosa legato, da un lato, alla storia e alla cultura francescana del nostro territorio, e dall’altro, al tema del presepe, oggetto della visita. Vorremmo accogliere il Santo Padre con una rievocazione storica del primo presepe grazie alla presenza dei figuranti impegnati ogni anno in questa tradizionale messa in scena. E speriamo di avere anche tanti ragazzi delle nostre scuole ad attendere il Papa”. La grotta del presepe di Greccio, all’interno del santuario francescano, fu visitata nel 1983 da Giovanni Paolo II. Il 4 gennaio del 2016 fu la volta di Papa Francesco che, a sorpresa, giunse nel santuario per sostare in preghiera. Nel 2016 il Pontefice è tornato nel reatino altre due volte: il 9 agosto a Borgo San Pietro dalle Suore francescane di santa Filippa Mareri e in ottobre ad Amatrice dopo il terremoto del 24 agosto. Quella di domenica 1° dicembre sarà quindi la quarta visita nel territorio della diocesi guidata da mons. Domenico Pompili.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo