Spagna: card. Blázquez (presidente vescovi), “l’armonia di tutte le legittime diversità è un valore inestimabile”

Oggi, a Madrid, nella Casa della Chiesa, è iniziata l’Assemblea plenaria dei vescovi spagnoli, che si concluderà venerdì 22 novembre. È stato il card. Ricardo Blázquez, arcivescovo di Valladolid, in qualità di presidente della Conferenza episcopale spagnola, ad aprire questa nuova riunione con un discorso centrato sulla libertà religiosa e sul dialogo interreligioso, facendo riferimento alla Dichiarazione conciliare “Dignitatis humanae”, con il bene di tutti che la libertà religiosa comporta, e anche al Documento sulla “fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune” firmato da Papa Francesco e dal Grande imam di Al-Azhar Ahamad al-Tayyib, il 4 febbraio scorso.
Il card. Blázquez ha ricordato anche il prossimo Congresso dei laici (febbraio 2020), che rientra a far parte del Piano della Conferenza episcopale, e ha fatto riferimento allo spirito della Transizione (con Transizione spagnola si intende il periodo storico in cui la Spagna abbandonava il regime dittatoriale del generale Francisco Franco, passando a una Costituzione che consacrava uno Stato sociale, democratico e di diritto, ndr), sottolineando che “l’armonia di tutte le legittime diversità è un valore inestimabile”; allo stesso tempo, ha indicato in precedenza che “il successo della Transizione con il frutto della Costituzione è stato un motivo di serenità che non può essere messo in discussione rompendo l’accordo con il quale è stato approvato. In tale questione il tutto è qualitativamente distinto dalla somma delle parti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo