Diocesi: Ales-Terralba, a Gavino Monreale festa per i 106 anni di suor Lina Pinna

Grande festa, nei giorni scorsi, a Gavino Monreale (cittadina a 50 chilometri da Cagliari), dove la cappella della casa madre del Cenacolo Cuore Addolorato e Immacolato di Maria si è riempita di fedeli per festeggiare i 106 anni della fondatrice madre Lina Pinna. “La vita della nostra fondatrice – affermano le religiose – è per noi dono prezioso e ogni giorno salirà al Cuore di Gesù e della Mamma Celeste la riconoscente preghiera. La sua materna presenza è per tutte noi, figlie del ‘Cenacolo’, esempio luminoso di virtù e di sempre rinnovata offerta per il bene della Chiesa e delle anime”. Madre Pinna ha fondato il Cenacolo nel 1957, insieme a mons. Antonio Tedde, vescovo di Ales-Terralba dal 1948 al 1982. L’ordine si caratterizza per l’apostolato tra bambini e giovani, per l’assistenza agli anziani, ai sacerdoti bisognosi e soli e nei seminari. Mons. Roberto Carboni, da maggio scorso arcivescovo di Oristano, ha donato lo scorso anno a madre Lina la copia fotografica del suo atto di battesimo. “È dal battesimo che nasce tutto – ha spiegato – è in quel momento che il Signore entra nella vita e la dirige verso un cammino di ascolto attento della sua volontà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo