Giornalismo: Premio Bisceglia, selezione dei lavori di giovani dedicati alla comunicazione sociale

La Fondazione Alessandra Bisceglia W Ale onlus e la Lumsa di Roma, con l’Ordine dei giornalisti, promuovono la quarta edizione del Premio giornalistico in memoria di Alessandra Bisceglia, giornalista lucana scomparsa il 3 settembre 2008, all’età di 28 anni, in seguito a una grave patologia legata a una malformazione vascolare rarissima. Un riconoscimento rivolto alla comunicazione sociale istituito per riconoscere e stimolare l’impegno sia di giovani giornalisti sia di studenti delle scuole di giornalismo, riconosciute dall’Ordine, per una diffusione della comunicazione sulle malattie rare, sulle buone pratiche di integrazione per le persone diversamente abili e su episodi di alto livello civico in tema di sanità e inclusione sociale. Sarà istituito in quest’edizione anche un riconoscimento speciale per le testate giornalistiche che si sono distinte per la diffusione degli stessi temi. La partecipazione al premio è gratuita e riservata a giornalisti pubblicisti o professionisti iscritti all’Ordine dei giornalisti, di età non superiore ai 35 anni, nonché a giovani che si preparano a diventare giornalisti. Il premio è articolato in tre sezioni: radio-televisiva, agenzie di stampa, quotidiani e periodici e sezione web. Le opere in concorso potranno essere non più di una per ogni autore e dovranno pervenire entro e non oltre il 28 febbraio 2020, alla sede della segreteria organizzativa, via raccomandata a/r oppure via posta elettronica. Ai vincitori delle tre sezioni sarà assegnato un premio di mille euro e una targa ricordo. Al secondo e al terzo classificato sarà consegnata una targa e un attestato di partecipazione. A chi riceverà il riconoscimento speciale una scultura. Il premio verrà conferito entro il mese di maggio 2020 nella sede di Roma della Lumsa, in occasione della Settimana della comunicazione sociale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo