Istituto universitario Sophia: Loppiano, inaugurato l’anno accademico e conferito dottorato honoris causa a p. Scannone

Si è svolta la cerimonia di inaugurazione del nuovo anno accademico dell’Istituto universitario Sophia nella Cittadella internazionale di Loppiano (Fi) alla presenza, tra gli altri, del card. Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze e gran cancelliere dell’Istituto; di Maria Voce, vice gran cancelliere e presidente del Movimento dei Focolari; del metropolita di Italia e Malta Gennadios Zervos, co-titolare della Cattedra ecumenica “Patriarca Athenagoras-Chiara Lubich”. Con l’occasione, il preside dell’Istituto, Piero Coda, ha tracciato gli scenari di avanzamento del cammino di Sophia per l’anno accademico 2019/2020, presentando la nuova offerta di quattro corsi di laurea magistrale. Annunciata l’inaugurazione della sede locale di Sophia in America Latina e Caraibi che prenderà il via nel 2020, in forma sperimentale, in particolare attorno alle prospettive dell’“ecologia integrale” e dell’“interculturalità”. Poi, il conferimento del dottorato honoris causa in “Cultura dell’Unità” al professor Juan Carlos Scannone, gesuita, impedito a partecipare da un grave malore che lo ha colto immediatamente prima della sua partenza per l’Italia. Al suo posto, lo ha ricevuto il confratello Daniel Lopez, decano di Filosofia dell’Università Cattolica di Cordoba, in Argentina, che ha pronunciato a suo nome anche la lectio magistralis preparata da Scannone per l’evento. In una lettera, letta dal card. Betori, Papa Francesco ha detto al confratello: “Tu ci ricordi che questo servizio è possibile solo se ci poniamo dalla parte del povero e dell’escluso e, in definitiva, dalla parte del popolo”. Il 14 novembre, l’intera comunità accademica dell’Istituto universitario Sophia sarà ricevuta in udienza privata da Papa Francesco in Vaticano.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo