Memoria: mons. Marcianò (Ordinario militare), “quella del sacrificio dona senso alla vita”. Ricordo dei poliziotti uccisi a Trieste

“La memoria è un dono e un compito e, prima ancora di essere memoria di eventi, essa è memoria di persone; per meglio dire, la memoria degli eventi serve nella misura in cui non fa dimenticare le persone, le persone concrete”. Lo ha detto l’arcivescovo ordinario militare per l’Italia, mons. Santo Marcianò, nel corso del convegno per i 100 anni del Commissariato Generale per le onoranze ai caduti (Onor caduti) in corso a Roma, sul tema “Culto della memoria – Diffusione, tutela e rispetto”. “La memoria dona identità, alla singola persona e al popolo; un popolo formato, plasmato anche grazie alla memoria” ha aggiunto l’arcivescovo castrense per il quale anche “i sacrari sono luoghi dove si conserva la memoria; luoghi significativi, perché legati a eventi particolari della storia, e resi significativi dalla presenza delle tombe di coloro la cui vita ha inciso profondamente nella storia. La tomba è segno carico di valore, non solo simbolico: essa ospita il corpo che è segno della grandezza della persona e del suo mistero. Perché la persona è una speciale unità di corpo e spirito ed è proprio questa unità che conferisce al corpo la sua infinita dignità, la sua sacralità, unica e irripetibile come ogni creatura umana”. L’opera di Onorcaduti, ha spiegato mons. Marcianò, “obbliga a riflettere sul significato e il valore, la bellezza e la dignità del corpo umano, anche nella fragilità. Quei corpi custoditi nelle tombe dei sacrari, ai quali si cerca di dare un nome, sono corpi di persone che in vita hanno combattuto, parlato, amato… che hanno tessuto la storia del nostro tempo, della nostra Patria”. Ieri come oggi. “È la memoria del sacrificio che dona senso alla vita” ha concluso mons. Marcianò ricordando “i sacrifici quotidiani, talora eroici, degli uomini e donne delle nostre Forze Armate e Forze dell’Ordine” non ultimi “i due giovani poliziotti, servitori dello Stato” che hanno perso la vita a Trieste qualche giorno fa.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo