Chiesa umbra: card. Bassetti (Perugia), “assemblea sia occasione per conversione pastorale e responsabilità verso bene comune. Grande sfida sono i giovani”

“L’imminente Assemblea ecclesiale umbra sia una vera occasione per quella conversione pastorale che è richiesta dall’Evangelii gaudium e che forse non ha ancora toccato la mente e il cuore della maggior parte delle persone che si dicono cristiane. Questo sul piano dell’evangelizzazione, ma nei cristiani è inoltre necessario una maggiore responsabilità verso il bene comune, che è il bene di tutti. La crisi economica dell’ultimo decennio ha rischiato molto di chiuderci nel nostro individualismo”. Così il cardinale arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, Gualtiero Bassetti, a pochi giorni dall’Assemblea ecclesiale regionale, in programma dal 18 al 19 ottobre a Foligno. Quest’importante assemblea, che ha per titolo “L’annuncio di Gesù Cristo nella terra umbra” e a cui parteciperanno 80 delegati dell’arcidiocesi perugino-pievese su un totale di 400 in rappresentanza delle otto diocesi dell’Umbria, per il card. Bassetti, “può essere anche l’occasione per una profonda analisi sulla nostra situazione socio-religiosa. Auspichiamo che poi possano essere tratte delle soluzioni operative affinché si eviti una ulteriormente frammentazione del senso dell’appartenenza ecclesiastica, iniziando dall’avere maggiore coraggio nel professare la propria fede e non esitando a mettere in pratica gli insegnamenti evangelici del farsi carico del prossimo”. “C’è bisogno nella società umbra di molti più ‘buoni samaritani”, chiosa il porporato secondo il quale “la grande sfida oggi sono i giovani e il loro rapporto con la fede”. “Nelle Chiese dell’Umbria – conclude – emerge la necessità di un maggiore impegno di tutte le loro componenti per rilanciare nel tessuto ecclesiale e sociale ‘la gioia del Vangelo’ attraverso una decisa conversione pastorale in senso missionario”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo