Povertà: Coldiretti, “mezzo milione di minori affamati è punta dell’iceberg”

“La punta dell’iceberg della povertà minorile in Italia è la presenza di quasi mezzo milione di bambini di età inferiore ai 15 anni che hanno avuto bisogno di aiuto per bere il latte o mangiare durante l’anno”. È quanto afferma Coldiretti in riferimento al nuovo rapporto di Save the Children secondo il quale in Italia sono oltre un milione e 260mila i bambini che vivono in condizioni di povertà assoluta, numero che si è triplicato in 10 anni.
“Anche in Italia – sottolinea Coldiretti – bambini e bambine che vivono nei nuclei familiari più poveri non hanno accesso a fonti di cibo sicure e sufficienti sulla base dei dati sugli aiuti alimentari distribuiti con i fondi Fead attraverso dall’Agenzia per le erogazioni in agricoltura (Agea)”. “Le maggiori criticità in Italia – si precisa nella nota – si registrano in Campania con quasi 70mila bambini di assistiti e in Sicilia con più di 63mila ed in Calabria ma a sorpresa al terzo posto si trova la ricca Lombardia con 51mila minori in difficoltà alimentare”.
Di fronte a questa situazione di difficoltà sono molti gli italiani attivi nella solidarietà a partire da Coldiretti e Campagna Amica che hanno lanciato l’iniziativa della “spesa sospesa”. “Si tratta della possibilità di fare una donazione libera presso i banchi dei mercato di Campagna Amica per fare la spesa a favore dei più bisognosi. In pratica – conclude Coldiretti – si mutua l’usanza campana del ‘caffè sospeso’, quando al bar si lascia pagato un caffè per il cliente che verrà dopo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa