Giornali Fisc: Crema, uno speciale de “Il Nuovo Torrazzo” per la beatificazione di padre Alfredo Cremonesi

“Se ci sono dei santi nel nostro mondo, in mezzo alla nostra umanità, vuol dire che Dio è ancora presente e operante, che Gesù Cristo non è venuto per niente, che lo Spirito ancora soffia e trasfigura la vita delle creature rinnovandole a immagine del Signore morto e risorto. E vuol dire, naturalmente, che la Chiesa è ancora madre di santi e immagine della città celeste”. Lo afferma il vescovo di Crema, mons. Daniele Gianotti, nello scritto pubblicato sullo speciale del settimanale diocesano “Il Nuovo Torrazzo”, pubblicato ieri all’indomani della beatificazione di padre Alfredo Cremonesi, il missionario del Pime ucciso “in odium fidei” il 7 febbraio 1953 nel villaggio di Donoku, dell’allora Birmania, oggi Myanmar.
Lo speciale, di 20 pagine, presenta la figura del sacerdote martire, ripercorre le tappe del processo di beatificazione e dedica le pagine centrali alla celebrazione presieduta sabato scorso nella cattedrale di Crema dal card. Angelo Becciu, prefetto della Congregazione per le Cause dei santi. Oltre alla riflessione e ai ringraziamenti di mons. Gianotti, nello speciale sono pubblicate l’omelia del card. Becciu e le parole pronunciate al termine della celebrazione da padre Ferruccio Brambillasca, superiore generale del Pontificio Istituto missioni estere, e da mons. Isaac Danu, vescovo della diocesi birmana di Taungngu.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa