Diocesi: Caritas Como, anticipata al 1° novembre l’apertura della tensostruttura per i senzatetto

“La Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio onlus annuncia che dal prossimo 1° novembre verrà riattivata a Como la tensostruttura per l’accoglienza dei senza dimora, allestita nel chiostro del Centro pastorale Cardinal Ferrari, con una capacità di 50 posti letto”. Ad annunciarlo è stata la stessa fondazione – braccio operativo della Caritas diocesana – in un comunicato diffuso questo pomeriggio. “La decisione di anticipare l’apertura di un mese, rispetto allo scorso anno – spiegano dalla Caritas diocesana –, nasce dalla volontà del mondo ecclesiale comasco di dare una risposta alle esigenze di tante persone che al momento si trovano in strada. L’accoglienza notturna sarà gestita dalla Fondazione Caritas che si farà carico di tutte le spese, preventivate in circa 40mila euro e che ha già provveduto all’assunzione di due operatori, che lavoreranno in sinergia con i volontari dell’associazione Como Accoglie”. La decisione arriva a pochi giorni dall’abbassamento in città delle temperature e di fronte a numeri di senza dimora che, complice la presenza di numerosi migranti, sono stabilmente sopra le centinaia di persone. L’apertura della tensostruttura era stata decisa dalla stessa Caritas nel dicembre del 2017 proprio per far fronte all’aumento dei numeri che avevano portato alla saturazione del servizio “Emergenza freddo”, il dormitorio invernale gestito dalla rete “Vicini di Strada” di cui anche la Caritas è parte. Il dormitorio sarà attivato anche quest’anno durante il periodo invernale portando a circa 90 i posti attivi in città durante i mesi invernali. “Alla Fondazione Cardinal Ferrari e a tutti i volontari – conclude il comunicato – va, fin da ora, il grazie per aver rinnovato la propria disponibilità alla realizzazione di questo servizio”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo