Integrazione: Siracusa, protocollo di intesa per l’insegnamento dell’italiano agli stranieri

Sarà firmato questa mattina, alle 11.30, nella sede del Centro interculturale di aiuto e orientamento (Ciao), a Siracusa, il protocollo di intesa tra il Centro provinciale per l’istruzione degli adulti (Cpia) e il centro Ciao per la realizzazione di corsi di alfabetizzazione della lingua italiana per stranieri, di attestazione della conoscenza della lingua italiana A2, e per il raggiungimento del diploma di scuola secondaria I grado (ex licenza media). A sottoscrivere l’intesa saranno la dirigente scolastico del Cpia, Simonetta Arnone, e fratel Claudio Begni della Comunità Marista. Il protocollo prevede di avviare un sistema integrato che consenta di preparare i giovani e gli adulti a migliorare le loro conoscenze, le loro capacità e le loro competenze “in una prospettiva personale civica, sociale ed occupazionale”. Ma anche consentire l’istruzione dei giovani e degli adulti, e in generale delle persone socialmente ed economicamente svantaggiate, compreso i migranti; e ancora promuovere un progetto educativo globale di territorio finalizzato alla crescita allo sviluppo della personalità dei giovani e degli adulti. La comunità marista, che ha creato il centro Ciao, è composta da religiosi consacrati e da missionari laici provenienti da diverse parti del mondo. Il Centro è uno spazio interculturale di aiuto e di orientamento pensato per giovani immigrati o rifugiati. Si rivolge in particolare ai minori dei centri di prima e seconda accoglienza e ai neo-maggiorenni, che desiderano integrarsi nel territorio. Il centro desidera offrire dei servizi per aiutarli nel loro percorso di adattamento e di integrazione nella società italiana. Il Cpia opera, invece, su sedici sedi in tutta la provincia di Siracusa e ha un organico di 65 docenti di I Livello (scuola media) e alfabetizzazione (primaria).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo