Diocesi: Bari-Bitonto, inaugurazione Museo. Mons. Russo (Cei), “nei luoghi di cultura momenti di annuncio moderno”

“La storia della Chiesa ci insegna che tutti i beni culturali che abbiamo in Italia hanno un’origine ecclesiale”. Il riferimento di mons. Russo va alla grande quantità di opere d’arte che l’Italia ospita e che, nel segno della storia, rappresenta una presenza importante della Chiesa attraverso i secoli nel nostro Paese. Un patrimonio che “oggi la Chiesa vuole conservare e tutelare potendo raccontare una storia che appartiene alla nostra Italia, particolarmente alla comunità cristiana”. Quelli culturali, ha proseguito il segretario generale della Cei, non sono solo luoghi di esposizione artistica ma “luoghi di annuncio moderno, attento rispetto anche con le persone del nostro tempo. Questa inaugurazione è essa stessa un Annuncio di Cristo. E ancora, l’impegno e la partecipazione di tanti, che spesso non appartengono alla comunità ecclesiale diventa l’Annuncio di Cristo. La bellezza costituisce un linguaggio universale che appartiene all’uomo e oggi facciamo fatica con le parole ad incontrare le persone. Ma i beni culturali costituiscono un movimento di grande attuazione”. Un’azione che, soprattutto negli ultimi anni, ha intrapreso la Chiesa cattolica in maniera attiva: “Il Papa dice spesso che la Chiesa non cresce per movimento di proselitismo ma per attuazione – ha concluso mons. Russo –. E quale luogo più dei beni culturali diventa in qualche modo un’occasione per suscitare questa attrazione e di incontrare le persone del nostro tempo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo