Diocesi: Bari-Bitonto, inaugurazione Museo. Mons. Cacucci (arcivescovo), “attraverso queste opere annunciamo la bellezza che è Gesù”

“Si riprende sempre la frase di Dostoevskij ‘la bellezza salverà il mondo’, ma anche noi dobbiamo salvare la bellezza. Non si tratta di affidare solo agli specialisti queste opere, che, come ben sappiamo, rappresentano un patrimonio inestimabile per la Chiesa, ma anche per la società”. Le parole di mons. Francesco Cacucci, arcivescovo di Bari-Bitonto, si riferiscono alle opere conservate nel nuovo Museo diocesano, nella sede bitontina dedicata a mons. Aurelio Marena, inaugurato questa mattina alla presenza del segretario generale Cei, mons. Stefano Russo. “Attraverso queste opere d’arte annunciamo la bellezza che è Gesù. E allora mi auguro che le scuole, e non solo, vedano in questo Museo diocesano, come avviene in quello di Bari, una sorta di elevazione dell’animo e, quindi, una riscoperta delle radici cristiane”. Fondamentale è stata la presenza di mons. Russo che “ha aiutato tantissimo – ha proseguito mons. Cacucci – questa mattina a dire che noi non possiamo trascurare questo patrimonio, né affidarlo soltanto ad una musealizzazione. Queste opere sono state recuperate da mons. Marena, ultimo vescovo originario di Bitonto, e sarebbero andate perdute. Queste opere allora devono continuare a parlare oggi, a parlare di Gesù Cristo, a parlare della nostra storia, a farci innamorare della bellezza con la ‘B’ maiuscola”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo