Diocesi: Bari-Bitonto, inaugurazione Museo. Emiliano (presidente Puglia), “nato per la verità e non per gloria personale di nessuno”

“Giovanni Paolo II, nei suoi tanti viaggi, ha portato la sua presenza anche a Bari e Bitonto. Ecco, quell’occasione è stata l’inizio una sorta di sollecitazione verso noi tutti, una sorta di presa di coscienza alla quale non possiamo rinunciare”. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, questa mattina durante l’inaugurazione del nuovo museo diocesano di Bitonto, ha ricordato la visita del pontefice polacco come un segno di Dio verso tutta la comunità: “Da lì – ha continuato – è cominciato un cammino che dice che ciascuno di noi, ciascuno nel proprio ruolo ha obbedito alle leggi di dio. Ogni gesto, per la realizzazione di questo museo, è stato fatto per la verità e non per la gloria personale. Tanto che quello che rimane è una strada che è stata segnata”. Diocesi pugliesi e presidenza della Regione Puglia hanno sempre lavorato nella stessa direzione: “Da laico lo dico: la diocesi ha avuto sempre un grande rispetto per la laicità e la comunità. Tante volte ho provato a intravedere nelle omelie di mons. Cacucci un messaggio terreno”. E, come sottolineato dal Governatore della Puglia, “la Chiesa, e in essa quella locale, ha sempre costruito un ruolo strategico. Per noi investire sulla memoria e sulla storia anche di questa Chiesa è un atto non di ossequio e accondiscendenza ma un atto che dà a questa Chiesa un ruolo importante per tutto il territorio e per la comunità di questo territorio. E per noi istituzioni è stato un naturale riconoscimento privo di qualsiasi ‘captatio benevolentiae’”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo