Arte sacra: Verona, in mostra le opere sugli apostoli di Amodio con la spiegazione attraverso i codici QR

“Lo sguardo degli Apostoli: illuminazioni spirituali nell’arte contemporanea”. È questo il titolo della mostra del pittore veronese Antonio Amodio che è stata inaugurata ieri, giovedì 10 ottobre, a San Pietro in Archivolto, per il 9° evento proposto dalla Fondazione Verona Minor Hierusalem alla città scaligera. Fino al 14 ottobre sono esposte 14 opere inedite di Amodio ispirate ai dodici apostoli e a san Paolo. Sei tele sono abbinate ad altrettanti codici QR attraverso i quali una voce narrante interpreta i testi di don Martino Signoretto. In vescovado si è tenuto anche l’evento sul tema: “Il volto degli Apostoli, lo sguardo degli uomini. Il limite tra spirituale e umano nell’arte contemporanea”, che ha visto la partecipazione di 180 persone e alcuni dei seguenti personaggi: l’artista Amodio, Davide Adami, docente di Storia dell’Arte, Andrea Sbarbati, ordinario di Anatomia all’Università di Verona, e don Martino Signoretto, biblista. Nel corso della serata si è tenuta la rappresentazione multimediale dal titolo “Gli Apostoli che parlano” con dialoghi scritti da don Martino Signoretto, tradotti in lingua inglese da Elisa Mosele e interpretati da Alessio Tessitore. La mostra a San Pietro in Archivolto è visitabile fino a lunedì 14 ottobre, dalle 9 alle 18; sabato 12 ottobre, in occasione della “Giornata del Contemporaneo”, dalle 11 alle 16, sono in programma due visite speciali con l’artista.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo