Diocesi: Perugia, inaugurato corso per aspiranti volontari in ospedale, con anziani e in carcere dal vescovo ausiliare Salvi. “Gratuità e generosità che ci richiama al prossimo”

“Svolgere oggi opera di volontariato in aiuto a quanti sono malati, disabili, anziani, carcerati significa essere cristiani fino in fondo, come il ‘buon samaritano’ del Vangelo di Luca”. Così il vescovo ausiliare di Perugia-Città della Pieve, mons. Marco Salvi, all’inaugurazione dell’ultimo corso per aspiranti volontari dell’Associazione perugina di volontariato (Apv) in ospedale, con anziani e in carcere, promossa dalla Caritas diocesana, apertosi al “Villaggio della Carità” di Perugia. A evidenziare la finalità del corso, che prevede otto “lezioni” – la prossima è in calendario il 16 ottobre, alle 18.30, al “Villaggio della Carità”, mentre l’ultima si terrà il 4 dicembre -, è stato proprio il presule che si è soffermato sulle “motivazioni che determinano la scelta del servizio gratuito e da dove nasce questa gratuità”. “Nella vita non serve solo la teoria – ha precisato il vescovo ausiliare –, ma anche la pratica e amare il prossimo è la dimostrazione pratica di amare Dio. Cosa c’è alla base del nostro servizio? Possiamo dire con sincerità che quello che facciamo riflette il nostro amore totale per Dio e per il prossimo?”, si è chiesto mons. Salvi. “Possiamo avere nelle nostre comunità parrocchiali la chiesa più bella, l’organizzazione migliore, il servizio di musica più professionale come i nostri cori, i soldi che non mancano quando c’è da realizzare un’opera, un progetto di carità, ma se ci manca l’amore per Dio e per il prossimo tutto ciò che facciamo è destinato a fallire – ha risposto -. Il nostro fare come cristiani, spesso, dimostra che siamo presi dal servire Dio a modo nostro, che non ci fa vedere i reali bisogni delle persone che ci circondano. Il volontariato cristiano è gratuità ed è generosità che ci richiama al prossimo amandolo come noi stessi ed è Gesù ad insegnarcelo con la parabola del ‘buon samaritano’ che non cambiò strada alla vista dell’uomo sanguinante”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo