Sea Watch e Sea Eye: Centro Astalli, “finalmente in salvo ma che non si ripeta ancora”

“Migranti salvati, finalmente! La nostra soddisfazione e la richiesta che non si ripeta ancora”: lo afferma il Centro Astalli, accogliendo con favore la decisione di Malta di consentire lo sbarco dei 49 migranti soccorsi da navi umanitarie, la maggior parte delle quali da 19 giorni in mare. “Una volta a terra finalmente verranno assicurate loro le cure e l’assistenza necessarie e cui hanno diritto”, osserva il Centro Astalli, esprimendo “apprezzamento per la solidarietà espressa da istituzioni comunitarie e diversi Stati membri dell’Unione europea, che si sono resi disponibili ad accogliere i migranti soccorsi da Malta”. Il centro dei gesuiti per i rifugiati ribadisce però “l’imprescindibilità di un’assunzione di responsabilità condivisa da parte dei governi europei per affrontare efficacemente la migrazione forzata, nel rispetto dei diritti umani fondamentali e della dignità della persona”. Sottolinea inoltre “la necessità di garantire che a ciascuno dei migranti sia garantito il pieno accesso alle procedure di asilo in modo che possano ottenere la protezione di cui hanno bisogno”. Ma soprattutto auspica e chiede “che fatti del genere non si ripetano e che il rispetto per la vita umana rimanga al centro delle politiche in atto nei confronti dei rifugiati e dei migranti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo