Migrazioni: commissario Avramopoulos, “serve un meccanismo europeo chiaro e sostenibile”

(Bruxelles) “Abbiamo fatto di tutto per coordinare l’azione degli Stati membri per accogliere i migranti salvati da Sea Watch e Sea Eye. Ma non è stato facile. Oggi abbiamo un risultato”, che Avramopoulos giudica temporaneo, “avendo fatto leva sulla solidarietà”. Il commissario ringrazia in particolare Malta, “il Paese più piccolo dell’Unione, che sta sostenendo uno sforzo immane nel gestire una situazione grave”. “In questo momento – spiega – si sta organizzando lo sbarco dei migranti, che saranno poi trasferiti nel Paesi che si sono offerti di dare ospitalità. Poi occorrerà accelerare i tempi per verificare chi ha effettivo diritto alla protezione internazionale”. Un grazie particolare ancora alla Spagna, “che anche nel periodo di Natale ha svolto un’attività frenetica di soccorso in mare”. Chiarisce poi che tutte le navi presenti nel Mediterraneo dovranno rispettare le regole del diritto internazionale, mentre conferma che la situazione interna della Libia non consente di rimpatriarvi i migranti”. “Bisogna impegnarsi per ridurre i flussi in arrivo, ma migranti comunque arriveranno. Per questo serve un meccanismo europeo chiaro e sostenibile”, “andando oltre accordi temporanei come quello raggiunto in questa fase”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo